17/09/2019 18.41.53
Torna alla homepagecerca nel sitomappa del sito  
Progetto SIGI
Cosa è il SIGI
Obiettivi
Finanziamenti e tempi
Attuazione
  Aree di intervento
  Soggetti e ruoli
  Attività operative
    Attività trasversali
    Attività comunali
Banche Dati
  Banche Dati Trasversali
  Banche Dati Comunali
Soggetti attivati
Atti e riferimenti normativi (1° fase)
  Accordo di Programma Regionale
    Gli obiettivi
    Le decisioni operative
    Gli impegni
    Gli strumenti
  L.R. 5/95 Norme per il governo del territorio
Atti e riferimenti normativi (2° fase)
Documentazione Tecnica

Le decisioni operative previste dall'Accordo di Programma Regionale sui SIT

Gli Enti contraenti assumono con la stipula del seguente atto le seguenti decisioni operative.

Gli archivi costituenti il S.I.T. di ogni Ente, realizzati dall'Ente stesso o dei quali comunque l'Ente dispone senza limitazioni per la cessione, sono messi a disposizione di ogni Ente contraente su semplice richiesta fatte salve le limitazioni di legge. Ogni ulteriore archivio che verrà realizzato dagli Enti andrà automaticamente ad aggiornare il patrimonio messo a disposizione di tutti gli Enti.

Gli Enti contraenti adottano la stessa scheda di documentazione degli archivi territoriali basata sullo standard CEN che viene allegata, o schede più ampie ma con gli stessi contenuti informativi minimi.

La Regione provvede alla gestione e pubblicazione di un catalogo contenente tutti gli archivi territoriali disponibili e relativa documentazione.

gli Enti contraenti adottano regole comuni per la procedura di consultazione e cessione dei dati territoriali a soggetti terzi, orientati ai seguenti criteri condivisi:

  • facoltà di accesso ai dati e disponibilità dei medesimi a chi ne faccia richiesta, in ordine al D.Lgs.24.2.1997 n.39 "Attuazione della direttiva 90/313/CEE concernente la libertà di accesso alle informazioni in materia di ambiente";
  • cessione dei soli diritti d'uso e conservazione della proprietà dei dati da parte dell'Ente che li ha prodotti;
  • obbligo di citazione del dato sorgente da parte di soggetti terzi, nel caso di rielaborazioni;
  • cessione a titolo oneroso con tariffe comuni da concordarsi (in ordine alla quota di rimborso per oneri sostenuti dagli Enti per l'attività di allestimento, raccolta, manutenzione, elaborazione dei dati medesimi);
  • individuazione delle categorie particolari dei soggetti esentati in tutto o in parte dagli oneri di cessione per esigenze di pubblica amministrazione, di studio, di incarico di ricerca da parte dell'Ente;
  • cessione a titolo non oneroso per interscambio di dati di interesse reciproco, formalizzati tra Ente e soggetto interessato.

Gli Enti garantiscono la presenza di una struttura tecnica specializzata di riferimento, responsabile per lo sviluppo e la gestione del SIT.

segue